Suor Francesca (Maria Ferdinanda) Saracco, donna semplice e generosa

Giornata vocazionale della provincia italiana
30 Giugno 2021
Costituzioni generali 1928
5 Luglio 2021

Maria Ferdinanda nasce a Campi di Ottone (Pc) il 5 settembre 1932 ed entra nell’Istituto delle Suore Cappuccine di M. Rubatto nel 1958. Emette i primi Voti a Loano il 18 settembre 1960 e fa la Professione perpetua a Genova il 16 ottobre 1965. E’ morta nell’Ospedale di Tradate (Va), dov’era ricoverata, il 19 giugno 2021.

Sr. Francesca, dopo aver risposto alla chiamata divina in giovane età, entra a far parte della nostra famiglia di Suore Cappuccine nel 1958. Dopo gli anni della formazione, avendo ottenuto un diploma di Avviamento commerciale, e poi anche quello di Ragioneria a Genova nel 1965, per diversi anni è aiuto-economa presso la Clinica S. Francesco a Bergamo. Nel 1976 è ad Albenga come assistente delle orfanelle e, nel 1978, dopo aver ottenuto il diploma di Insegnante, la vediamo impegnata nella nostra Scuola materna di Genova in via Berghini. Nel 1979 ritorna a Bergamo per il servizio di Economa. Per qualche mese collabora al “Centro Studi Madre Francesca Rubatto” a Genova e, nel 1986, è economa presso la Casa di Riposo di via Ulisse Aldrovandi a Roma. Viene poi trasferita a Sanremo e ritorna in Albenga dopo aver fatto un po’ di convalescenza a Santa Margherita ligure, per un intervento all’anca. Nel 1991 le viene affidato dall’obbedienza il servizio di portineria a Genova-Quarto; lì, mentre era al centralino, amava fare dei bei lavoretti ai ferri oppure, amante della lettura, col desiderio di diventare come loro, divorò tanti libri di santi. Da diversi anni era ormai a riposo con altre nostre Sorelle in Casetta Verde, a Varese.

A Sr. Francesca costò molto lasciare la sua bella Liguria e nella sua vita si è avverato ciò che Gesù disse a Pietro: In verità ti dico: quando eri più giovane ti cingevi la veste da solo, e andavi  dove volevi, ora un altro ti cingerà la veste e ti porterà dove tu non vuoi” (Gv 21,15-19). Sì, veramente il Signore ci porta dove non vorremmo. Sr. Francesca era molto legata alla sua famiglia di origine; ricordava sempre tutti con affetto e fu molto contenta di poter trascorrere gli ultimi anni della sua vita in compagnia di sua sorella, Sr. Virginia, ultimamente salita anche lei in Cielo, e che avrà già incontrato.

Questa Sorella nel corso della sua vita soffrì molto per frate corpo, in particolare di forti dolori alle gambe alle quali più volte venne operata per sostituirne le protesi. In questi ultimi tempi le sue gambe non solo erano molto gonfie, ma non le permettevano più di camminare. Era perciò costretta a stare in carrozzina facendo della sua vita un’offerta a Dio. Amava pregare tanto e lo faceva notte e giorno per tutti, per la Chiesa e per il mondo. Faceva suoi i dolori di tanti e li affidava con il Santo Rosario alla Vergine Addolorata certa che Lei, nostra Madre, avrebbe consolato tutti.

Grazie Sr. Francesca, per la tua vita spesa per la gloria di Dio e per il bene di tanti fratelli! Siamo certe che il tuo Sposo oggi ti avrà già accolta nel suo Regno di luce.

Con la nostra Comunità ti affidiamo anche i tuoi cari nipoti.

Sr. Francesca riposa nel Cimitero di Belforte a Varese.

                                                                                                                                                                                              Suor Loredana Tiraboschi

                            Superiora Provinciale

Milano, 21 giugno 2021

 

 

 

 

Language »